La miniera del Ginevro

Nel cuore sotterraneo dell’Isola d’Elba

Tutto il versante orientale dell’Isola ha alle spalle una lunga storia di estrazione del ferro, storia che affonda le sue radici in un passato lontano…

Già gli Etruschi, infatti, apprezzavano il valore del ferro elbano, estraendolo in miniere a cielo aperto e forgiandolo con incredibile maestria.

Tanto era intensa l’attività dei loro forni fusori, che l’Isola venne ribattezzata “Aethalia”, la fuligginosa, per i fumi che perennemente si levavano in cielo.

La costa est porta le cicatrici di tutta questa intensa attività estrattiva, terminata solo recentemente; le miniere erano infatti tutte a cielo aperto.

Tutte tranne una.

La miniera del Ginevro fu aperta agli inizi del ‘900.

Si scavò inizialmente in superficie, ma ben presto si capì che il grosso del giacimento di Magnetite (uno dei minerali più ricchi di Ferro), si trovava sotto il livello del mare.

e così si cominciò a scavare…l’unica miniera sotterranea dell’Elba…il più grande giacimento di magnetite d’Europa

miniera Ginevro Elba La storia della miniera è la storia delle genti di questi luoghi, gente che per generazioni ha vissuto grazie al duro lavoro dei minatori. Una storia tutto sommato anche recente, perchè la miniera chiuse i battenti nel 1981, per ragioni economiche.

Visiteremo l’affascinante Museo allestito dentro la vecchia officina, poi un pullman ci porterà poi all’ingresso della galleria, dove ci infileremo nelle viscere della terra.

In un facile percorso adatto a tutti, percorreremo la storia, le vicende e l’immane fatica di questi uomini, duri come la loro terra, da loro faticosamente scavata metro dopo metro.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Chiamaci per ogni informazione o curiosità:

393-8152197 Carlotta, oppure 392 9511375 Andrea,

anche WhatsApp  !

trekking, kayak, mtb e vela all'Isola d'Elba ed in Arcipelago Toscano